Criteri

Un mobile ecosostenibile è un manufatto di qualità che dura nel tempo, non da origine a rifiuti ed è utilizzabile dalle generazioni future.
I nostri mobili, proprio perchè ecosostenibili, sono prodotti in legno massiccio, ciò comporta minore utilizzo di energia per la produzione della materia prima usata per realizzare i mobili, oltre che minori emissioni di CO2 dovute ai trasporti per le varie fasi di lavorazione che si riducono essenzialmente a tre: abbattimento degli alberi nella piantagione, trasporto fino alla segheria per la fase di segagione, trasporto sino alla falegnameria per la lavorazione, previa essiccazione all’aria.
Il legno che utilizziamo proviene da piantagioni a rapido accrescimento dedicate appositamente alla produzione di legno da mobilio.
Le piantagioni sono state realizzate nel Veneto da privati cittadini che hanno contribuito alla diffusione della coltivazione di Paulonia in terreni di pianura, dove la coltivazione risulta più agevole data la fertilità del terreno, e non vi sono rischi di interferire nel delicato equilibrio dei boschi locali.
Il contributo dei privati coltivatori si è rivelato fondamentale nel rispetto di tre criteri fondamentali:
  1. ecologico, perché nella fase di coltivazione non si utilizzano fitofarmaci non essendoci al momento insetti o funghi patogeni al di fuori dell’areale naturale di origine. Il criterio ecologico è ampiamente rispettato anche nella fase di finitura del mobilio, per la quale utilizziamo esclusivamente finiture naturali quali l’acqua e sapone, olio paglierino, cera d’api, cera di agrumi e gomma lacca.
  2. ambientale, perchè da più di quindici anni provvediamo alla riduzione della concentrazione di anidride carbonica presente nell’atmosfera attraverso il meccanismo dello stoccaggio di CO2: per ogni metro cubo di legno di Paulonia che viene utilizzato nella produzione di mobili, tonnellate di carbonio sono sottratte all’atmosfera e vanno a diminuire il pericoloso effetto serra presente sul nostro pianeta.
  3. sociale: solo manodopera locale viene impiegata nelle varie fasi colturali e di lavorazione.